Comune di Barbara | Sito Istituzionale

FORMATI APERTI

"I formati possono essere costruiti in modo da limitare la lettura del contenuto soltanto ad alcuni programmi software. In questo caso parliamo di formato proprietario, ossia coperto da diritti dei creatori (copyright) e le loro specifiche tecniche non vengono distribuite pubblicamente. Questo comporta la necessità di usare particolari programmi per aprire e modificare i file e vincola la circolazione dei dati al possesso di un software specifico, che potrebbe non essere disponibile a tutti gli utenti interessati. Non c’è reale indipendenza tra contenuto sistema di lettura. Al contrario, un formato aperto è un formato non proprietario che si basa su una specifica di costruzione pubblica e che garantisce la lettura da parte di qualsiasi programma. Il formato aperto è realizzato rispettando gli standard dichiarati e non presenta alcuna restrizione legale per il suo utilizzo. I formati aperti incoraggiano la concorrenza tra sviluppatori di funzionalità software invece di garantire il controllo di un solo produttore su tutti i contenuti realizzati dagli utenti attraverso il formato proprietario. In questi casi si ha il fenomeno del lock-in ossia quando, individualmente o collettivamente, si è "catturati" da una scelta tecnologica rispetto ad altre disponibili". (tratto da "FORMATI APERTI" - 
Formez Pa nell’Ambito 2 Linea 2 del Programma Operativo di Assistenza Tecnica 2012-2015 (POAT), Ob.II.4 PON GAT (FESR) 2007-2013 a titolarità del Ministero dell'Economia e delle Finanze. Il Dipartimento della Funzione Pubblica opera come Organismo intermedio per l’Obiettivo operativo II.4).

download OpenOffice


 

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DELLA GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI

Con deliberazione della Giunta Comunale n. 68 del 05 Ottobre 2015 è stato approvato il Manuale di Gestione del Protocollo Informatico, della gestione dei Flussi Documentali e degli Archivi.

Il Manuale descrive il sistema di gestione e di conservazione dei documenti e fornisce le istruzioni per il corretto funzionamento del servizio per la tenuta del protocollo informatico e per la gestione dei flussi documentali e degli archivi.

L'adozione del sistema di protocollo informatico e la gestione informatica dei documenti, la cui finalità è quella di migliorare l'efficienza interna degli uffici dell'Ente attraverso l'eliminazione del cartaceo, la diminuzione degli uffici di protocollo e la razionalizzazione dei flussi documentali, rispondono alle innovazioni introdotte dalle normative vigenti.


 
Deliberazione di Giunta Comunale n. 67 del 05.10.2015 - "ISTITUZIONE AOO   (AREA ORGANIZZATIVA OMOGENEA) E NOMINA DEL RESPONSABILE DELLA GESTIONE DOCUMENTALE (DPCM 03/12/2013 E DPCM 13/11/2014)".

Deliberazione di Giunta Comunale n. 68 del 05.10.2015 - "PREDISPOSIZIONE SCHEMA MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DELLA GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI, AI SENSI ART. 5 DEL DPCM 03/12/2013 E D.LGS. 82/2005 (CAD)".

Deliberazione di Giunta Comunale n. 69 del 05.10.2015 - "APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL POLO DI CONSERVAZIONE MARCHE DIGIP E NOMINA DEL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE".



                 
      Piano di Conservazione



      Piano di Classificazione (Titolario ANCI)